Registrare marchio

Registrazione marchio internazionale

Per ricevere tutela all’estero, è possibile depositare una domanda di Marchio Internazionale. Tuttavia,per poterlo registrare è necessario essere titolari di un Marchio Nazionale o Comunitario depositato o registrato che sarà utilizzato come “marchio base” nella domanda di registrazione internazionale.

Il Marchio Internazionale, consente con un deposito unico di ottenere la tutela in molti paesi. I Paesi che possono essere inseriti nella domanda devono aver aderito all’accordo e/o Protocollo di Madrid

Requisiti


Anche il Marchio Internazionale non deve essere – in tutti i Paesi designati ed in base alle normative nazionali – contrario alla legge, essere nuovo ed avere capacità distintiva.

 

Fasi del marchio Internazionale


La procedura di registrazione si effettua presentando un’unica domanda, in inglese o francese, presso l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale – WIPO – che ha sede a Ginevra. Anche se il deposito è unico, il marchio internazionale si caratterizza per essere un “fascio di marchi”, ciò vuol dire che una volta fatto il deposito internazionale la domanda di marchio viene inoltrata dal WIPO ai singoli Uffici Nazionali dei Paesi designati; questi eseguiranno i controlli e le procedure previsti dalle singole disposizioni legislative nazionali. Questa fase transitoria ha una durata di 12 – 18 mesi (a seconda che il paese designato aderisca all’accordo o al Protocollo).

Nella fase transitoria, a seconda delle legislazioni nazionali, sono possibili rifiuti e/o opposizioni. Mentre i rifiuti sono presentati dagli Uffici Marchi Nazionali e possono dipendere da impedimenti formali o sostanziali presenti nella domanda, le opposizioni sono depositate dai titolari di diritti anteriori che ritengono la registrazione lesiva dei loro diritti.

Qualora la fase transitoria si concluda senza che siano stati presentati impedimenti alla registrazione, il Marchio Internazionale sarà registrato in tutti i paesi designati nella domanda. Se al contrario, in alcuni paesi la registrazione sarà negata, il Marchio Internazionale verrà registrato solamente nei Paesi designati in cui non vi siano stati impedimenti.

Durata del marchio internazionale


La registrazione dura dieci anni che decorrono dalla data di registrazione(nel Marchio Internazionale coincide con la data di deposito); inoltre, nel caso in cui il deposito internazionale sia fatto entro 6 mesi dal deposito del Marchio Nazionale o Comunitario di base, sarà possibile rivendicare come data di priorità la data del marchio di base. Il rinnovo deve essere fatto allo scadere dei 10 anni.

L’attacco centrale


Il Marchio Internazionale è legato alla vita del marchio di base per 5 anni. Ciò vuol dire che se il marchio di base decade per impedimenti assoluti o relativi, anche il Marchio Internazionale decadrà in tutti i paesi designati – è il c.d. “Attacco centrale”. Tuttavia, il Protocollo di Madrid prevede la possibilità di convertire il marchio internazionale in tante domande di marchio nazionali quanti sono i Paesi designati.

Paesi aderenti all’accordo e/o Protocollo di Madrid


Albania, Algeria, Antigua e Barbuda, Armenia, Australia, Austria, Azerbaigian, Bahrain, Benelux, Bhutan, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Botswana, Bulgaria, Cina, Colombia, Repubblica Popolare Democratica di Corea, Cipro, Croazia, Cuba, Danimarca, Egitto, Estonia, Filippine, Federazione di Russia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Ghana, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, India, Iran, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Kazakistan, Kenia, Kirghizistan, Lesoto, Lettonia, Liberia, Liechtenstein, Lituania, Macedonia, Madagascar, Marocco, Messico, Moldavia, Monaco, Mongolia, Montenegro, Mozambico, Namibia, Norvegia, Nuova Zelanda, Oman, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica di Corea, Romania, Ruanda, San Marino, Sao Tome e Principe, Serbia, Sierra Leone, Singapore, Siria, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Sudan, Svezia, Svizzera, Swaziland, Tagikistan, Tunisia, Turchia, Turkmenistan, Ucraina, Ungheria, Unione Europea, Uzbekistan, Vietnam, Zambia.

 

Costi per la registrazione in Sede Internazionale


Stabilire il costo di una registrazione del Marchio Internazionale è molto difficile a priori poiché può variare considerevolmente in base ai seguenti fattori:

  • numero di stati designati nella domanda di registrazione;
  • numero delle classi di prodotti e/o servizi rivendicate;
  • presenza o meno di colori nel marchio.

Tuttavia ci sono dei costi fissi che sono i seguenti:

OGGETTO CLASSI TOTALE
Imposte e Bolli 1 226,00 Euro
Tasse per OMPI di Ginevra Fisse 653 CHF – se la riproduzione del marchio non è a colori903 CHF – se la riproduzione del marchio è a colori
Tasse per OMPI di Ginevra variabili a seconda del numero delle classi rivendicate e del numero di paesi designati Per il calcolo è necessario l’elenco dettagliato dei paesi d’interesse

Per maggiori info visitare la pagina Costi


Contattaci o richiedi un preventivo per ricevere maggiori informazioni sui ns servizi di deposito del marchio aziendale.

Domande Frequenti

Devo necessariamente avere un marchio base?

Come marchio base è meglio un marchio comunitario o un marchio italiano?

Perchè registrare un marchio internazionale?

Che tutela viene offerta dagli stati designati in caso di registrazione?

Cosa deve contenere la domanda di registrazione di un marchio internazionale?

Posso apportare modifiche al marchio internazionale rispetto al marchio base?

Devo designare tutti i paesi che hanno aderito all’accordo e protocollo di Madrid?

Per aggiungere paesi, dopo il deposito, devo fare una nuova registrazione?

L’OMPI effettua un controllo sulla domanda di marchio?


Chiama TutelaMarchio Chiama il numero
06.21117510
Fax TutelaMarchio Fax
06.94379295
Mobile TutelaMarchio Mobile
375.5683663

© 2017 TutelaMarchio è un marchio della Dott.ssa Silvia Carbonaro.

RICEVIMENTO CLIENTI: Via Leone XIII, 95 - 00165 - Roma (RM)

  • Privacy Policy
  • Note legali
  • Credits
  • Glossario
  • Domande frequenti