Registrare marchio

Registrazione marchio comunitario

Il marchio comunitario è valido su tutto il territorio dell’Unione Europea, a differenza del marchio internazionale che è un fascio di marchi nazionali, il marchio comunitario è un marchio unico la cui registrazione viene effettuata presso l’EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) che ha sede ad Alicante.

Essendo un marchio unitario la sua validità si estende, al momento del deposito, su tutto il territorio comunitario; pertanto è impossibile limitare la sua validità ad alcuni Stati dell’Unione Europea escludendone altri.
I segni che possono essere registrati come marchi comunitari sono i seguenti:

  • composti da parole, lettere, numeri o combinazioni di tali elementi;
  • figurativi, comprendenti o meno parole;
  • figurativi a colori;
  • colori o combinazioni di colori;
  • tridimensionali;
  • sonori.

 

Paesi del Marchio Comunitario:


Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Requisiti del Marchio Comunitario:


Il marchio comunitario come quello nazionale prevede che il segno abbia capacità distintiva, novità, rappresentabilità grafica e liceità.

Pertanto i segni che non possono essere registrati come Marchi Comunitari sono i segni:

  • privi di carattere distintivo;
  • che servono unicamente per designare la specie, la qualità, la quantità, la destinazione, il valore, la provenienza geografica ovvero l’epoca di fabbricazione del prodotto o di prestazione del servizio, o altre caratteristiche del prodotto o del servizio;
  • siano divenuti di uso comune nel linguaggio corrente o nelle consuetudini leali e costanti del commercio;
  • siano contrari all’ordine pubblico o al buon costume;
  • siano idonei ad ingannare il pubblico, per esempio circa la natura, la qualità o la provenienza geografica del prodotto o del servizio.

Oltre ai classici requisiti è previsto, dalla normativa comunitaria, che la domanda sia presentata sia in una delle lingue della comunità europea sia in una delle cinque lingue ufficiali dell’unione (Italiano, Francese, Inglese, Tedesco e Spagnolo). Questo si rende necessario nel caso in cui si verifichino conflitti tra marchi identici o simili tra loro i cui rispettivi titolari parlino differenti lingue.

 

Fasi del Marchio Comunitario


Come indicato sopra, il deposito viene fatto presso l’UAMI ora EUIPO. La procedura di registrazione prevede diverse fasi:

  • Deposito della domanda di registrazione;
  • Fase di esame da parte dell’Ufficio Comunitario (verifica rispetto dei requisiti formali della domanda di registrazione e controllo sulla presenza di impedimenti assoluti – come ad esempio un marchio identico già registrato);
  • Pubblicazione della domanda di registrazione. Entro tre mesi dalla pubblicazione del marchio nel Bollettino dei Marchi Comunitari, i titolari di un segno anteriore, sia comunitario che nazionale (Paesi Membri dell’Unione Europea) possono presentare domanda di Opposizione alla registrazione presso l’UAMI.
  • Registrazione. Se nessuno presenta rilievi il marchio segue il normale iter di registrazione e viene concesso dall’UAMI.

Durata del Marchio Comunitario:


Il marchio comunitario, come quello nazionale ha una durata di dieci anni e può essere rinnovato illimitatamente per periodi di ulteriori dieci anni. Per quanto concerne l’uso, la normativa comunitaria, come quella italiana, prevede l’obbligo di utilizzazione dello stesso; questo vuol dire che, entro cinque anni dalla registrazione il marchio comunitario deve formare oggetto di un uso effettivo - in almeno uno dei Paesi dell’Unione, per i prodotti e servizi rivendicati nella domanda di registrazione. L’utilizzazione del marchio tutela il titolare da eventuali azioni di decadenza per non uso promosse da terzi. Il rinnovo deve essere fatto allo scadere dei 10 anni.

Costi per la registrazione del marchio comunitario


In Sede Comunitaria, il costo totale per DIECI anni (inclusi ONORARI, TASSE DI DEPOSITO, I.V.A 22% e INPS 4%) per il deposito di una domanda di marchio è il seguente:

TIPOLOGIA COSTO
Deposito in DUE classi 1.535,00
Per ogni classe aggiuntiva oltre alla prima 250,00

Il costo è identico sia per marchi verbali che figurativi. Per maggiori info visitare la pagina Costi


Domande Frequenti

Cosa succede se la domanda di marchio viene rifiutata dall’esaminatore dell’ UAMI?

Chi può registrare un Marchio Comunitario?

Il marchio comunitario prevale sui marchi nazionali?

Il marchio comunitario tutela in tutta UE?

Devo per forza rivendicare almeno tre classi?

Anche nel marchio comunitario devo rivendicare le classi?


Chiama TutelaMarchio Chiama il numero
06.21117510
Fax TutelaMarchio Fax
06.94379295
Mobile TutelaMarchio Mobile
375.5683663

© 2017 TutelaMarchio è un marchio della Dott.ssa Silvia Carbonaro.

RICEVIMENTO CLIENTI: Via Leone XIII, 95 - 00165 - Roma (RM)

  • Privacy Policy
  • Note legali
  • Credits
  • Glossario
  • Domande frequenti