Difesa del Marchio

Con la registrazione del marchio il titolare acquista il diritto esclusivo di utilizzare il segno ed il diritto di vietarne l’utilizzo a terzi senza il suo esplicito consenso.

A seconda della diverse tipologie di attacco sono possibili determinate azioni difensive:

Avvio/difesa Opposizioni


Se il pericolo deriva da un marchio depositato, il titolare del marchio anteriore depositato e/o registrato può avviare azioni di opposizione dinanzi agli Uffici Marchi. L’opposizione è un procedimento amministrativo con cui il titolare di un diritto anteriore richiede il rigetto della concessione del marchio successivo che si ritiene lesivo.

L’opposizione deve essere depositata entro termini perentori – in Italia entro 3 mesi dalla pubblicazione del marchio successivo. Scaduto tale termine si potrà agire solo attraverso azioni giurisdizionali ordinarie. Per questo motivo è preferibile attivare un servizio di sorveglianza in modo da poter attaccare marchi successivi quando l’opposizione è ancora possibile.

Se invece si riceve un’opposizione alla propria domanda di marchio è possibile risolvere la controversia in via bonaria con un accordo, difendere il marchio dimostrando che non vi è rischio di confusione oppure non fare nulla ed attendere la decisione dell’Esaminatore.La decisione viene presa dall’Esaminatore sulla base di una comparazione dei marchi e dei prodotti/servizi. Nella decisione di rigetto o di accoglimento dell’opposizione, l’Ufficio stabilisce se la parte soccombente deve rimborsare in parte o per intero all’altra parte i costi sopportati relativi al diritto di opposizione (Euro 250,00) nonché, entro il limite di euro 300,00, alle spese di rappresentanza professionale nel procedimento. La decisione può essere impugnata dinanzi alla Commissione Ricorsi.

 Tutela stragiudiziale


Prima di avviare azioni legali è sempre preferibile tentare una risoluzione bonaria della controversia. Si può iniziare con l’invio di una diffida con cui intimare la sospensione immediata della violazione. Nel caso non si raggiunga un accordo si potranno avviare le azioni legali previste dalla normativa. In quest’ultima malaugurata ipotesi – per evitare la Convalida del marchio lesivo – dovranno essere usati tutti gli strumenti consentiti dalla legge per bloccare l’utilizzo. Quindi, prima di avviare un’azione legale è bene tentare la via dell’accordo stragiudiziale ma, se l’esito delle trattative dovesse essere negativo, è consigliabile agire tempestivamente con gli strumenti a disposizione per evitare la convalida del marchio lesivo.

Se invece si riceve una diffida è bene mantenere la calma analizzare attentamente chi ha inviato la diffida e cosa chiede e – solo in seguito – decidere se replicare, tentare la via dell’accordo o attendere l’avvio dell’azione legale.

In generale, è sempre preferibile raggiungere un accordo per evitare le lungaggini derivanti dalle azioni legali.

Azioni giudiziarie


Quando l’opposizione non è possibile o non si è raggiunto un accordo in via stragiudiziale non rimane che agire per le vie legali. Il titolare di un marchio potrà avviare un’azione di contraffazione o – se l’azione è rivolta contro un marchio depositato e/ registrato – avviare un’azione di nullità. Le azioni legali sono molto lunghe e costose ma, in certi casi, sono l’unico strumento a disposizione per evitare il protrarsi dell’attività lesiva.


TutelaMarchio offre ai propri clienti un servizio di tutela legale dinanzi alle Autorità Giudiziarie Italiane ed Estere. Adottiamo standard organizzativi e qualitativi che garantiscono costantemente strategia, rapidità, efficienza e contenimento dei costi; con noi operano professionisti con preparazione specifica nel settore della Proprietà Intellettuale. Contattaci per una consulenza


 

Domande Frequenti

Cosa sono le osservazioni?

Quanto costa difendere il marchio?

Quando avvio una delle azioni legali dinanzi alla magistratura ordinaria posso richiedere il risarcimento danni?

Uso un marchio da molti anni ma ho saputo che è stato registrato un marchio identico in Italia. Posso fare opposizione?

Cosa serve per richiedere delle misure cautelari?

Se dopo aver ricevuto un’opposizione ritiro la mia domanda di marchio cosa succede?

Quali misure possono essere disposte se il giudice accerta la lesione?

Cosa posso fare per difendere il marchio una volta registrato?


Chiama TutelaMarchio Chiama il numero
06.21117510
Fax TutelaMarchio Fax
06.94379295
Mobile TutelaMarchio Mobile
328.6075965

© 2017 TutelaMarchio è un marchio della Dott.ssa Silvia Carbonaro.

RICEVIMENTO CLIENTI: Via Leone XIII, 95 - 00165 - Roma (RM)

  • Privacy Policy
  • Note legali
  • Credits
  • Glossario
  • Domande frequenti